actualités


  partager  
Bookmark and Share
   
  LE LAC DES CYGNES A LA SCALA DE MILAN
 

16 decembre 2010

Quando il suo “Lago” approda alla Scala nel 1990, Nureyev tiene per sé il ruolo chiave, equivoco, speculare, di Wolfgang/Rothbart. Ma il protagonista assoluto è Siegfried, un principe romantico, dall’animo malinconico più che eroico, contemplativo e meditativo. Per lui Nureyev ha creato ardue variazioni, è lui il centro di tutte le linee drammaturgiche del balletto. Una versione introspettiva e complessa sul piano tecnico e interpretativo, una tragedia totale che non lascia spazio a lieto fine o riscatto eroico; e torna alla Scala dopo quasi dieci anni dalle ultime rappresentazioni, con una preziosa e inedita collaborazione: il Čajkovskij più amato sarà diretto da Daniel Barenboim. In alcune recite Alina Somova danzerà nei ruoli di Odette e Odile e Leonid Sarafanov sarà Sigfried.



INFORMATION DU SITE OFFICIEL